top of page

SENSORY: il rilassamento pelle-cervello



Lo sapevi?

La pelle, oltre ad essere un organo meraviglioso quanto complesso che separa (ma anche collega) il nostro mondo interno con il mondo esterno, è anche un sistema profondamente connesso con il cervello.


In risposta infatti a stati emotivi, ad esempio, la pelle produce un'attività, attraverso arrossamenti, eritemi, tensioni, segni specifici. Per lo stesso meccanismo, al contrario, attraverso la pelle possiamo andare a stimolare o a calmare il sistema nervoso.

Mente ed epidermide comunicano tra loro in un modo molto affascinante, che spesso non viene adeguatamente considerato.


Per renderci conto di quanto anche nel pensiero comune cervello e pelle siano collegati, basti pensare ai diversi modi di dire che utilizzano la pelle come metafora di intuizioni, sensazioni ed emozioni anche complesse: diciamo infatti " a pelle non mi piace", per indicare una persona che di primo acchito non ci va a genio; oppure "ho la pelle d'oca", per indicare qualcosa che ci emoziona o ci fa paura; o ancora "ha la pelle dura" per indicare qualcuno dalla grande resistenza e forza interiore.



Il senso del tatto è il senso più esteso che possediamo, servendosi della pelle come mezzo, ed è anche il primo a svilupparsi nell'età prenatale, per rimanere poi una funzione fisica fondamentale nella vita.

Il tocco è il primo gesto essenziale con cui possiamo sperimentare il senso del tatto e la nostra pelle. Lo proviamo fin da neonati quando l'essere presi, toccati e accarezzati dai genitori, si rivela come segno fondamentale dell'esistere, dell'essere riconosciuti e accuditi. Nella vita lo si sperimenta poi come segno di affetto, di cura, di amorevolezza.

E' un prezioso e potente canale di comunicazione, che influenza il nostro benessere emotivo e la percezione del sè.



Il senso del tatto è diviso in due categorie principali:

1-propriocettiva: ha funzione tattile, attiva la corteccia cerebrale somatosensoriale, ed è importante per la vita biologica;

2-interocettiva: ha funzione affettiva, attiva la corteccia cerebrale insulare , ed è importante per la vita sociale e per i trattamenti di tocco rivolti al corpo.


Diversi studi hanno dimostrato che la stimolazione delle fibre tattili afferenti di tipo C, va ad attivare specifiche aree cerebrali, che sono coinvolte nella sensazione di benessere, rilassamento, cura.

Studi di neuroimaging hanno mostrato che il tocco delicato su cute dotata di peli, produce l'attivazione nel cervello dell'insula (che è deputata alla trasmissione delle sensazioni corporee) e orbitofrontale (che è legata alla gratificazione). Tale tocco viene mediato dai nervi cutanei meccanosensitivi amielinici lenti (chiamati afferenze C-tattili, CT), che rispondono in modo ottimale a movimenti lenti di accarezzamento delicato.


Sensory

è il nostro programma di rilassamento molto piacevole ed efficace, che attraverso l'utilizzo di alcuni tools, sfrutta questa connessione pelle-cervello, per donare calma interiore, rilascio delle tensioni, ed uno stato di diffuso benessere psico-fisico.

E' ideale per chi soffre di stress, ansia, per chi non riesce mai a fermarsi, ma anche per tutti coloro che hanno bisogno di rilassarsi, di scaricare tensioni, o semplicemente di regalarsi un sano momento di relax.


Fonti:

(Olausson et al., 2002; McGlone et al., 2012).





Commentaires


bottom of page